Sud Africa – Scheda Paese

Sud Africa – Scheda Paese

Nel 2014 la crescita del Sud Africa ha continuato a rallentare, registrando solo l’1,5% di crescita, la performance più debole dalla crisi finanziaria globale. L’economia della nazione è stata colpita dal più prolungato sciopero dalla fine dell’apartheid e da una  debole domanda da parte dei partner commerciali. Diverse carenze nelle infrastrutture, approvvigionamento energetico inadeguata, la debole domanda interna, e tassi di investimento anemici hanno agito come un freno sulla crescita. Tuttavia, le proiezioni basate sul miglioramento dell’economia globale, il completamento di importanti progetti di governo (tra cui la centrale Medupi), ei nuovi piani di investimento, suggeriscono che la crescita potrebbe rimbalzare al 2,0% nel 2015. Come uno dei paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) il paese è ben integrato nell’economia globale.

La forte agitazione sindacale ha segnato una crepa nell’alleanza tripartita tra l’ANC, il partito comunista sudafricano (SACP) e il Congresso dei sindacati Sudafrica commerciali (COSATU). COSATU ha perso il suo più grande unione di affiliazione, l’Unione Nazionale dei metalmeccanici del Sud Africa (NUMSA), così come la sua posizione di leadership nel settore del platino per l’Associazione dei minatori e di costruzione del sindacato (AMCU), che hanno costituito una nuova unione.

La disoccupazione continua a porre sfide significative: ha raggiunto il 24,3%, e la disoccupazione giovanile al 49% alla fine del 2014. Il settore dei servizi è cresciuto in contrasto con il settore manifatturiero, nonostante i piani di industrializzazione del governo per combattere la disoccupazione. La mancanza di competenze continuano ad agire come un vincolo sulla crescita. Le prospettive per la crescita sono migliori per il settore dei servizi finanziari e per i settori agricoli, la silvicoltura e la pesca. Il piano di sviluppo nazionale, che mira ad eliminare la povertà e ridurre le disuguaglianze entro il 2030, si concentra sulla creazione di posti di lavoro e migliorare l’istruzione.

La South African Reserve Bank ha confermato il suo impegno a favore dei prezzi e la stabilità finanziaria, e l’inflazione rimane una target a cui e’ ancorata la politica monetaria del Sud Africa. Il deprezzamento del tasso di cambio rand (ZAR) ha indotto la Reserve Bank (SARB) due volte ad aumentare il tasso di base, che dal luglio 2014 è stato al 5,75%. Una crescita dei livelli dei tassi d’interesse ha avuto un impatto sugli investimenti, che sono strutturalmente bassi. La posizione fiscale del Sudafrica e’ migliorata con un disavanzo che scende al 3,4% del prodotto interno lordo (PIL), grazie a un aumento del gettito fiscale, che ha contribuito a compensare l’aumento della spesa pubblica. Elevate richieste salariali da parte sindacati del settore pubblico nel 2015 potrebbero comportare un rischio fiscale. La nuova amministrazione ha annunciato una serie di misure volte a consolidare il bilancio e ridurre la crescita della spesa a un tasso reale del 1,3% nei prossimi due anni, soprattutto per il congelamento della spesa personale governativo e riduzione della spesa non essenziali.

 

Per quanto riguarda l’interscambio con l’Italia, l’Italia ha esportato nel 2014 merci per 1.8 miliardi di Euro, mentre ha importato merci per 1.6 miliardi. L’italia ha esportato prevalentemente macchine per impieghi speciali, macchine di impiego generale, Componenti elettronici e schede elettroniche, Prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio, Motori, generatori e trasformatori elettrici; apparecchiature per la distribuzione, Autoveicoli, Gioielleria, bigiotteria e articoli connessi; pietre preziose lavorate, Parti ed accessori per autoveicoli e loro motori, Macchine per l’agricoltura e la silvicoltura

 

Link utili

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 467 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Orientale

Imprenditoria Giovanile, come i giovani africani stanno incrementando le loro opportunità

Mentre i giovani si trovano ad affrontare condizioni economiche difficili in tutto il mondo, un programma di otto anni che coinvolge 70.000 giovani fornisce corsi di formazione per l’imprenditoria. La

Africa Occidentale

La Cina in Africa. La vera storia

Nel mese di dicembre, il presidente cinese Xi Jinping ha offerto prestiti e un pacchetto di aiuti per l’enorme cifra di 60 miliardi di dollari per l’Africa. Xi ha detto che la Cina

Africa Sub Sahariana

Africa: 2020 un anno perso per le relazioni con la UE

C’era un senso di ottimismo sul rapporto dell’Unione Europea con il continente africano nel marzo 2020 quando il commissario allo sviluppo dell’UE Jutta Urpilainen e l’alto rappresentante dell’UE Josep Borrell