La ferrovia Trans-Africana potrebba trasformare il commercio regionale

La ferrovia Trans-Africana potrebba trasformare il commercio regionale

Il vecchio sogno anglosassone di costruire una ferrovia transcontinentale che collega l’oceano l’Atlantico e Indiano sta diventando una realtà grazie al finanziamento cinese. Tagliando il ventre di Angola, passando per la “cooper belt” della Repubblica democratica del Congo e dello Zambia, per poi finalmente raggiungere un nuovo porto in fase di realizzazione in Tanzania, la ferrovia ha il potenziale per integrate paesi che fino ad ora sono stati divisi da una  barriera linguistica lasciata dagli inglesi, francesi e portoghesi.
Tramite il potenziamento e il collegamento delle ferroviario costruite dalle ex potenze coloniali, la ferrovia transcontinentale rappresenterà un punto di riferimento importante per lo sviluppo e l’assistenza della Cina in Africa.

Gli investimenti della Cina in Africa sono cresciuti rapidamente negli ultimi anni, di pari passo con l’aumento degli scambi bilaterali.

Ricostruzione

La China Railway Construction (CRCC), azienda di stato, ha finito la riparazione e ripristino dei 1344 km della ferrovia di Benguela, che collega il porto atlantico di Lobito in Angola a Luau, una città dell’Angola al confine con il Congo.
L’azienda cinese ha sostituito il binario a scartamento ridotto di 1.067 millimetri installato nel 1929 dal Portogallo, ex potenza coloniale in Angola, con una ferrovia a scartamento normale di 1435 millimetri.

L’Angola ha speso $ 1.83 miliardi, per lo più garantiti dalle esportazioni di petrolio in Cina per ricostruire e riavviare la ferrovia, dopo la fine della guerra civile durata 27 anni che si è concluso nel 2002. Il servizio lungo la maggior parte del percorso fu interrotto dopo il 1975, alla fine del dominio coloniale e l’inizio della guerra civile.

Questo a sua volta ha tagliato i legami ferroviari angolani con le linee in quello che oggi è il Congo e lo Zambia. Le linee in questi due paesi sono in fase di aggiornamento, e si prevede che termineranno nel 2018.

La ricostruzione della ferrovia di Benguela è iniziata nel 2006 con un prestito di $ 300 Milioni da parte del China Fund International. Una volta completato, il progetto, si ripristinerà il percorso da Lobito fino allo Zambia, per la prima volta dopo quarant’anni.

La sostituzione dal vecchio scartamento ridotto di epoca coloniale, con uno scartamento normale aumenterà anche la velocità dei treni sulla linea, da 30kph a 90kph.

Nuova dinamica

La Cina costruì i 1860 chilometri della Tazara, conosciuta anche come la ferrovia Tanzam, nel 1970, che collega la Tanzania con lo Zambia. Adesso collegare le linee ferroviarie Benguela e TAZARA creerà una ferrovia transcontinentale tra le coste est e ovest dell’Africa.

Ad oggi il rame dalla zona tra Congo e lo Zambia, viene trasportata principalmente da camion ai porti in Sud Africa, in quanto entrambi i paesi non hanno porti marittimi.

La nuova ferrovia accelererà in modo significativo il trasporto del rame da questi due paesi per entrambi gli oceani Indiano e Atlantico, riducendo i costi ed i rischi. Ad oggi il rame maggior export di  entrambi i paesi.

La Cina sta anche costruendo un enorme nuovo porto a Bagamoyo in Tanzania, sull’Oceano Indiano. Il rame e le altre materie prime saranno trasportate dalla ferrovia verso il nuovo porto, per la spedizione in Cina.

Il progetto del porto è parte dell’accordo per le infrastrutture che presidente cinese Xi Jinping ha firmato con il governo della Tanzania durante la sua visita nel paese nel marzo del 2013. La Tanzania è stata la prima meta del tour africano di Xi.

Il porto, progettato per essere un’alternativa a Dar es Salaam, potrebbe diventare un rivale di centri regionali di trasporto marittimo, come il porto keniota di Mombasa e di Durban in Sud Africa.

La Cina sta ora unendo i puntini in Africa e formando nuove linee intercontinentali, che che hanno il potenziale di cambiare i trend di investimento che hanno seguito i percorsi lasciati dai coloni europei, ha dichiarato Lauren Johnston, una ricercatrice ricercatore dell”Economist Intelligence Unit specializzata nei rapporti tra Cina e Africa.

Sorgente: China-aided trans-Africa railway lie likely to transform regional trade – Nikkei Asian Review

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 373 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Economia

Le 10 compagnie low cost che stanno cambiando i cieli dell’Africa

Le compagnie aeree low cost stanno decollando anche in africa, dove una crescente classe media ha necessita di viaggiare sempre di più all’interno del continente. La nascita delle compagnie low

Africa del Sud

Le ricche famiglie americane guardano all’Agribusiness in Africa

Ricchi investitori americani, come la famiglia Coors della omonima birra e la famiglia Belk, proprietaria degli omonimi grandi magazzini, fanno parte di un fondo di investimento che e’ alla ricerca di opportunità

Politica

Il Rwanda vuole porre fine alla dipendenza dagli aiuti internazionali

Il presidente del Rwanda, Paul Kagame ha proposto di fissare un termine entro il quale il paese cesserà di are affidamento sui finanziamenti dei donatori internazionali. Attualmente, il Ruanda finanzia