Lo Zimbabwe introduce lo Yuan cinese come valuta

Lo Zimbabwe introduce lo Yuan cinese come valuta

Lo yuan cinese potrebbe presto essere utilizzato come moneta a corso legale nello Zimbabwe. Il Ministro delle finanze dello Zimbabwe ha detto che la Cina e il paese dell’Africa australe stanno negoziando piani per aumentare l’utilizzo locale del yuan. I due paesi stanno discutendo anche la cancellazione di $ 40 milioni di dollari di debito che lo Zimbabwe deve alla Cina, il suo più grande investitore.

L’anno scorso, lo Zimbabwe ha aggiunto renminbi ufficiale della Cina al suo paniere di valute, che comprende il dollaro americano, la sterlina britannica, e il rand sudafricano, che sono valute ufficiali nel paese, mentre lo yuan non è ancora stato approvato per le transazioni pubbliche. Lo Zimbabwe ha abbandonato la propria moneta nel 2009, dopo che l’iperinflazione ha reso il dollaro dello Zimbabwe inutile.

Il primo passo, secondo il ministro delle finanze del paese, Patrick Chinamasa, è che ai turisti cinesi sarebbe permesso di pagare i servizi in yuan. Lo Zimbabwe sarebbe quindi in grado di usare la valuta per pagare il suo debito residuo a Pechino.

Lo yuan ha già fatto incursioni nel continente. Il Kenya e Sud Africa ospitano due stanze di compensazione ad hoc che consentono investitori e gli operatori di effettuare transazioni tra le valute locali e yuan senza passare attraverso il dollaro statunitense. Nel mese di giugno, quasi un terzo dei pagamenti tra il Sudafrica e la Grande Cina sono stati fatti in yuan cinesi, rispetto al solo 10,8% nel 2014. L’anno scorso, il Ghana ha iniziato alle banche di vendere yuan. Ora che il Fondo Monetario Internazionale ha ammesso lo yuan nel suo paniere di valute, alcuni si aspettano che le banche centrali dell’Africa includeranno la moneta nelle loro riserve di valuta estera.

L’obiettivo di utilizzare lo yuan è aumentare il commercio bilaterale, cioè aiutare i paesi africani ad esportare di più in Cina.

Ma fare più operazioni in yuan può fare ben poco per risolvere il grande squilibrio commerciale tra Cina e l’Africa. L’Africa rappresenta più del 20% delle esportazioni della Cina, ma solo il 15% delle esportazioni del continente. Durante lo scorso anno, le esportazioni Africane sono diminuite, mentre le esportazioni cinesi verso il continente sono in aumento.

In Zimbabwe, nonostante il sua crescente commercio con la Cina, lo yuan può essere ancora lontano dal diventare una moneta comune. Anche il Sudafrica, è uno dei maggiori partner commerciali dello Zimbabwe, ma e’ il dollaro USA, non il rand,  la moneta più utilizzata, come evidenziato da Gift Mugano, un esperto di commercio presso il Nelson Mandela Metropolitan University.

Le questioni relative all’utilizzo di una valuta hanno molti risvolti psicologici, e gli operatori economici possono essere non favorevoli ad accettare una nuova valuta da un giorno all’altro, quando hanno utilizzato a lungo il dollaro USA. Si tratta di una situazione complessa, che il RMB si troverà ad affrontare in Africa “, ha detto Mugano.

 

Sorgente: Zimbabwe is making the Chinese yuan one of its legal currencies making the Chinese yuan one of its legal currencies

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 371 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa del Sud

Che cosa porterà il 2016 all’Africa

La narrativa di un continente in crescita è stata bruscamente scossa negli ultimi tempi, con il calo dei prezzi del petrolio e delle materie prime che hanno danneggiando molte delle maggiori

Africa Occidentale

Può l’Europa sfidare la Cina in Africa?

Quando il premier cinese Xi Jinping ha svelato il suo piano da 60 miliardi di dollari per l’Africa al recente vertice Cina-Africa ha sottolineato quanto sia diventata forte la relazione di Pechino

Uganda

Uganda – Gli obiettivi economici guidano la politica di sicurezza e difesa

 I paesi disposti a offrire truppe e fondi per contrastare le minacce alla sicurezza regionali tendono ad aumentare i loro profili politici.  Sotto il presidente Yoweri Museveni, l’Uganda ha sviluppato