La missione di Renzi in Nigeria

La missione di Renzi in Nigeria

La Nigeria e l’Italia si sono impegnate per rafforzare la cooperazione bilaterale tra i due paesi. Questo è quanto emerge della decisione raggiunta tra il presidente Muhammadu Buhari e il primo ministro Italiano Matteo Renzi nel corso di un incontro tra i due leader da Abuja,

Renzi, che era si e’ fermato in Nigeria nel suo viaggio verso il Ghana ha incontrato a porte chiuse il presidente Nigeriano per circa due ore, durante le quali sono stati discussi i problemi di politica, economia e sicurezza.

Nel corso di una conferenza stampa congiunta dopo l’incontro alla State House, Buhari ha detto che entrambi i paesi intensificheranno gli sforzi per trovare un terreno comune per migliorare le partnership economiche e di sicurezza.

Accogliendo il leader italiano nella Villa Presidenziale, il Presidente ha ringraziato il suo ospite per dare la priorità alle questioni che riguardano la Nigeria e ha promesso di cooperare pienamente con l’Italia su tutti gli argomenti di rilevanza comune.

Buhari ha detto, “Abbiamo discusso principalmente in termini di sviluppo delle risorse petrolifere e di sostegno e formazione alle forze di polizia, e verrà fornito equipaggiamento alle nostre forze di sicurezza per controllare l’immigrazione clandestina.”

Il Presidente ha detto che loro discussione bilaterale comprendeva anche la necessità di dare priorità all’agricoltura a fronte del calo dei prezzi del greggio, che rappresenta ad oggi la spina dorsale economica e il maggior export della Nigeria.

“Abbiamo discusso di agricoltura, che è una delle aree che abbiamo identificato come prioritaria, alla luce della forte diminuzione dei prezzi del petrolio”, ha detto Buhari.

Nel suo intervento, il primo ministro ha detto che è in Nigeria per sottolineare la comunanza di idee e valori che i due paesi condividono, aggiungendo che il suo governo ha identificato la Nigeria come un alleato chiave nella guerra contro il terrorismo e l’immigrazione clandestina.

Renzi, 41 anni, ha anche promesso di garantire una migliore cooperazione con la Nigeria nella sicurezza, l’energia, l’agricoltura e le piccole e medie imprese.

“L’Italia rafforzerà la cooperazione con la Nigeria nelle aree della sicurezza, l’energia, l’agricoltura e le piccole e medie imprese”, ha detto il Primo Ministro.

Renzi inoltre ha promesso di lavorare con la Nigeria e la comunità internazionale per garantire una tempestiva distruzione di Boko Haram, aggiungendo che la il volere dei nigeriani non sarai sopraffatto dalla rivolta.

“Il Governo Italiano esprime tutta la sua vicinanza e cordoglio per gli attacchi terroristici, ma sappiamo che i terroristi verranno distrutti, come la comunità internazionale è impegnata e determinata a distruggerli.”

La visita di Renzi è arrivata due giorni dopo che i ribelli hanno lanciato un attacco mortale a Dalori, appena fuori Maiduguri, la capitale di Borno, che è l’epicentro della rivolta che ha avuto inizio quasi 7 anni fa.

Sorgente: Nigeria, Italy to pledge to strengthen bilateral relations

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 371 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Sub Sahariana

Accordo di Libero Scambio Africano, posticipato a Gennaio a causa del Covid 19

L’inizio degli scambi commerciali nell’ambito dell’accordo di libero scambio continentale africano (AfCFTA) è stato posticipato a una data provvisoria nel gennaio del prossimo anno. La data originaria della Commissione dell’Unione

Africa Occidentale

Nigeria – Opportunità  nella filiera del pomodoro

La Nigeria e’ il più grande produttore africano di pomodori, ma è anche il primo importatore di concentrato di pomodoro in Africa. La produzione di concentrato di pomodoro in Nigeria potrebbe

Africa Orientale

La Cina apre la prima base navale a Gibuti

La Marina Militare Cinese è alla ricerca di un punto di supporto logistico stabile in Africa, come l’esercito ha confermato che vi sono trattative in corso per aprire un centro di logistica a