Kenya Vision 2030: mega progetti in fase avanzata, ma la crescita resta sotto le aspettative

Kenya Vision 2030: mega progetti in fase avanzata, ma la crescita resta sotto le aspettative

L’ambizione del Kenya di diventare un’economia a medio reddito con un reddito pro capite compreso tra $ 1.045 e $ 12.736 è in dubbio, con il governo si sforza di raggiungere gli obiettivi chiave di crescita sotto il suo piano di sviluppo a lungo termine chiamato Vision 2030.
Gli ultimi dati provenienti dal Kenya Vision 2030 dipingono un quadro fosco dei risultati ottenuti negli ultimi otto anni, con una preoccupazione per i bassi livelli di crescita economica, risparmio interno, investimenti nazionali e dati sull’occupazione.

L’economia del Kenya è cresciuta a un tasso medio del quattro per cento in otto anni contro un tasso previsto 10 per cento, a causa alle scarse prestazioni di settori chiave dell’economia, come l’agricoltura, la produzione e il turismo.

“Siamo ancora al livello più basso rispetto al risparmio nazionale rispetto agli altri paesi dell’Africa orientale. Questo può in parte essere spiegato con l’alto costo della vita in Kenya, dice il “Prof Gituro Wainaina, il Direttore Generale ff della Vision 2030 di consegna Segreteria del Kenya, all’EastAfrican.

Secondo gli ultimi criteri di classificazione della Banca Mondiale,  paesi a medio reddito sono quelli con un reddito nazionale lordo (RNL) pro capite di oltre $ 1.045, ma meno di 12.736 $ mentre le economie a basso reddito sono quelle con RNL pro capite di $ 1045 o meno, mentre economie ad alto reddito sono quelle con un reddito nazionale lordo pro capite di $ 12.736 o più.

Gli omologhi regionali del Kenya hanno anche sviluppato i propri progetti di sviluppo – L’Uganda ha formulato il Vision 2040, la Tanzania il Vision 2025, e il Burundi Vision 2025 e il Ruanda ha Vision 2020 – ma ci sono piani per allineare questi piani in una EAC Vision 2050.

I dati ufficiali del governo dimostrano che il Kenya è in ritardo nel conseguimento dei suoi obiettivi chiave nell’ambito del piano di sviluppo.

Durante i primi cinque anni (2008-2012) del piano, l’economia del Kenya è cresciuta a un tasso medio del 4,18 per cento contro un obiettivo del 8,66 per cento, mentre gli investimenti sono stati in media il 20 per cento del prodotto interno lordo (PIL) a fronte di un obiettivo di 27 per cento.
Sono stati creati una media annuale di 511.000 posti di lavoro contro un obiettivo di 740.000 nel periodo di cui circa l’80 per cento sono nel settore informale. Questo contro un obiettivo di 3,7 milioni di nuovi posti di lavoro per cinque anni.

Il risparmio nazionale lordo nel periodo 2008-2012 è sceso a una media del 12 per cento l’anno contro un obiettivo del 22 per cento annuo. Secondo i dati del Tesoro Nazionale, il  risparmio nazionale lordo è stato pari a 12,7 per cento, 14,5 per cento e 15,9 per cento nel 2013, 2014 e 2015.

“Non abbiamo raggiunto i nostri obiettivi di investimento a causa di ambiziosi obiettivi, soprattutto nel settore delle infrastrutture. Oltre agli investimenti diretti esteri, abbiamo bisogno di concentrarci sulla mobilitazione dei risparmi interni attraverso i fondi pensione, saccos, e il settore assicurativo “, ha detto il prof Wainaina.

Secondo il piano nel periodo 2013-2017, gli investimenti nazionali sono destinato a crescere dal 24,7 per cento del PIL nel 2013 e del 30,9 per cento nel 2017, mentre il risparmio nazionale lordo dovrebbe crescere dal 16,4 per cento al 25,7 per cento nel corso dello stesso periodo. Ma i dati del Tesoro Nazionale dimostra che gli investimenti nazionali come percentuale del PIL per gli anni dal 2013, 2014 e 2015 sono cresciuti rispettivamente, del 21,7 per cento, 23,5 per cento e 23,5 per cento.

La copertura delle riserve internazionali dovrebbe aumentare da 4,1 mesi di copertura importazione a sei mesi. Attualmente, le riserve valutarie si attestano a $ 7,37 miliardi (pari a 4,7 mesi di copertura import) secondo i dati della Banca centrale del Kenya.

Il debito in rapporto al PIL è previsto scendere al 39,2 per cento entro il 2017/2018 dal 43,9 per cento nel 2013/14. Attualmente il rapporto debito si attesta al 43,7 per cento.

Sorgente: Kenya Vision 2030: Mega projects well under way but growth remains – Business

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 371 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Occidentale

SACE e Assafrica: accordo per lo sviluppo del business delle pmi in Africa, medioriente e mediterraneo

SACE e Confindustria  & Mediterraneo (Assafrica) annunciano la firma di un accordo di collaborazione per favorire lo sviluppo delle imprese italiane in Africa, Medio Oriente e nel Mediterraneo. A firmare

Africa Centrale

La settimana in breve – Settimana 18

Kenya: Ragazza salvata dalle macerie del palazzo crollato. Nei giorni scorsi a causa delle forti piogge e’ crollato un palazzo a nairobi, ad oggi il bilancio e’ di 136 sopravvissuti

Africa Orientale

Kenia: Un software africano per prevenire le frodi nelle elezioni americane

La società senza scopo di lucro keniota Ushahidi ha lanciato un sito Web che permette di segnalare irregolarità elettorali nel giorno delle elezioni. I creatori vogliono promuovere la trasparenza –