L’Africa deve eliminare le barriere al commercio regionale

L’Africa deve eliminare le barriere al commercio regionale

Le economie africane devono ridurre le barriere commerciali e rendere più facile per le persone e le merci ad attraversare le frontiere per stimolare la crescita sopratutto in un momento di calo dei prezzi delle materie prime.

Il Fondo monetario internazionale ha previsto che la crescita media nell’Africa sub-sahariana quest’anno sarebbe scesa al livello più basso in quasi due decenni, al 3 per cento.

Sviluppare il commercio regionale in Africa rafforza le economia davanti agli shock dei prezzi delle materie prime a livello mondiale, ha dichiarato il presidente Banca Africana di Sviluppo (AfDB) Akinwumi Adesina  in una conferenza stampa a Kigali.

Il commercio tra nazioni africane rappresentano solo il 11 per cento del totale delle transazioni, a fronte del 40% in  Asia, o in Europa dove raggiunge il 70 per cento.

Adesina ha detto che ci sono stati alcuni segnali positivi, con gli investimenti dall’Africa per l’Africa sono saliti, passando da $ 10 a 50 miliardi all’anno, ma le elevate barriere tariffarie e non tariffarie, la mancanza di strade, ferrovie e porti ostacolato il progresso.

“Se ci fosse una reale volontà di smantellare le barriere commerciali, si potrebbe ottenere una  crescita indipendentemente da ciò che sta accadendo nel resto del mondo, grazie a mercati più ampi”, ha detto Razia Khan, Africa economista presso Standard Chartered Bank.

Mentre ci sono diversi blocchi commerciali in Africa, pochi hanno agito rapidamente per eliminare completamente gli ostacoli al commercio, anche se i sei membri della Comunità dell’Africa orientale hanno eliminato la maggior parte degli ostacoli per facilitare gli scambi transfrontalieri. L’EAC comprende Kenya, Tanzania, Uganda, Ruanda, Burundi e, più di recente, il Sud Sudan.

Il presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha detto rallentamento della crescita del continente dovrebbe stimolare le relazioni commerciali regionali. E ‘un campanello d’allarme”, ha detto.

Come diverse altre nazioni africane, in Kenya è in costruzione una nuova linea ferroviaria per accelerare i collegamenti tra la capitale Nairobi e il suo porto principale di Mombasa. La linea si estenderà fino alla vicina Uganda, e potrebbe alla fine essere collegata al Ruanda.

Il presidente ugandese Yoweri Museveni ha detto a Kampala il Giovedì che il nuovo collegamento ferroviario avrebbe tagliato il costo del trasporto di un container dalla costa del Kenya al suo paese senza sbocco sul mare da $ 3.500 a $ 1.500, riducendo il tempo impiegato da tre giorni a uno, e eviterà ingorghi stradali.

 

Sorgente: Africa urged to dismantle trade, movement barriers to spur growth | Top News | Reuters

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 517 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Politica

Ruanda, un modello di sviluppo?

Immerso nella campagna agricola che si estende lungo la frontiera meridionale del Ruanda con il Burundi, un vasto progetto sta prendendo piede tra le coltivazioni di manioca e banane, con i

Economia

GUINEA: Albayrak e l’italiana Piccini gestiranno i rifiuti di Conakry

La società italiana Piccini e la società turca Albayrak sono state scelte dal governo della Guinea per gestire i rifiuti della capitale Conakry per quattro anni. Ogni anno riceveranno uno

Africa del Sud

SACE: Dave Chalila è il nuovo Responsabile per l’Africa sub-sahariana

SACE (Gruppo Cassa depositi e prestiti) ha nominato Dave Chalila nuovo Responsabile per i mercati dell’Africa sub-sahariana. Sarà a capo dell’ufficio di SACE a Johannesburg e avrà la responsabilità del