Engine Enel, entrano nel solare off grid in Africa

Engine Enel, entrano nel solare off grid in Africa

Engie SA sta cercando di diventare un player nel settore dell’energia solare off-grid, essendo delle prime grandi utilities ad entrare direttamente in questa nicchia di mercato.

“Potrebbe essere una parte considerevole del mercato,” Bruno Bensasson, amministratore delegato della divisione Africa di Engie, ha detto in un’intervista. I sistemi domestici solari sono parte della proposta di energia per certi paesi, come le reti nazionali.
Circa il 60 per cento del continente africano vive in aree rurali, secondo i dati di GeoHive, che compongono 695 milioni di persone, ed in queste aree le line elettriche sono in gran parte inesistenti. I piccoli impianti a pannelli solari in grado di generare energia sufficiente per un paio di luci, un caricatore per il telefono cellulare eduna TV ad alta efficienza energetica. Questi impianti stanno diventando sempre più popolari in Africa e parti dell’Asia in via di sviluppo. Bloomberg New Energy Finance stima che nelle aree ove manca la connessione alla rete elettrica, una famiglia su tre avrà un qualche tipo di dispositivo ad energia solare entro il 2020.
L’utility francese precedentemente nota come GDF Suez ha siglato un accordo con Orange SA, la società di telecomunicazioni francese, per lo sviluppo congiunto di prodotti off-grid che sarebbero pagati tramite credito telefonico cellulare. Stanno lavorando su progetti pilota in Africa occidentale, Bensasson ha detto, rifiutando di dare ulteriori dettagli.

Test in Tanzania

L’azienda ha anche costruito una rete pilota in miniatura in Tanzania. Il piccolo sistema ha fornito energia a a100 famiglie del villaggio, con la sua fonte di generazione autonoma. Engie sta lavorando sulla riduzione dei costi e dei prezzi con l’intenzione di espandere il servizio in altri paesi.
Fino ad ora, l’industria solare off-grid consisteva di circa 100 piccoli sviluppatori tra cui Mobisol GmbH e BBOXX Ltd. Queste società hanno installato migliaia di sistemi sui tetti delle abitazioni in Kenya, Tanzania e Ruanda. Stiamo vedendo player istituzionali che si stanno interessando al settore, che stanno confermando la bontà del settore, ha detto Erica Mackey, direttore operativo di Off Grid Electric.

Investimenti delle Utility
La sua azienda conta Total SA e Electricité de France SA tra i suoi investitori. mentre Enel Spa, la più grande utility italiana sta portando avanti un progetto Minigrid in Kenya.
Engie si aspetta un tasso di crescita di almeno il 10 per cento in Africa. La società ha attualmente circa 3 gigawatt di centrali in esercizio o in costruzione, principalmente in Sud Africa e Marocco. La società ha recentemente aperto uffici in Costa d’Avorio e Kenya, e sta cercano di espandersi in Africa occidentale e orientale. Essa mira ad avere una solida e considerevole quota quota di mercato  in cinque-dieci paesi in queste regioni entro il 2020.
Il mondo sta cambiando. Il nostro presidente era solito dire che stiamo costruendo centrali elettriche con 1.000 megawatt. Con il solare e l’eolico, siamo andati giù a 1 megawatt , ha detto Bensasson, mentre con i sistemi solari domestici e le mini reti stiamo andando i Kilowatts, o i Watts. Come società elettrica possiamo e dobbiamo accompagnare questa trasformazione. Enfie ambisce a fornire elettricità a 20 milioni di persone che oggi non hanno accesso all’energia elettrica entro il 2020.

 

Sorgente: Engie Seeks to Tap Off-Grid Solar to Power Millions in Africa

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 419 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Ghana, un gigawatt di energia nucleare entro il 2030
Africa Occidentale

Ghana, un gigawatt di energia nucleare entro il 2030

Il Ghana ha avviato un progetto che vedrà il paese svilupparsi la produzione di un gigawatt di energia nucleare da aggiungere al suo mix energetico. Il progetto, che dovrebbe iniziare

Tanzania, la banca mondiale mette in guardia contro l’eccessiva dipendenza dalla Cina
Economia

Tanzania, la banca mondiale mette in guardia contro l’eccessiva dipendenza dalla Cina

La recente dichiarazione di un alto funzionario del governo che la Tanzania otterrebbe la parte del leone di un fondo cinese di 20 Miliardi di dollari per aiutare l’industrializzazione dei

Africa – Il nuovo mercato per i super ricchi
Kenya

Africa – Il nuovo mercato per i super ricchi

Il Mozambico è il paese africano con la crescita più rapida di milionari  (HNWI), seguiti da Costa d’Avorio e Zambia. Questo è secondo l’ultimo Africa 2015 Wealth Report, pubblicato dal