Ghana, Eni sta valutando un investimento nel solare

Ghana, Eni sta valutando un investimento nel solare

Eni sta valutando di investire nel settore delle energie rinnovabili in Ghana. L’azienda italiana e l’Autorità per lo sviluppo di Savannah Accelerated (SADA) valuteranno la fattibilità tecnica ed economica di un impianto solare da 20 a 50 MW nel Nord della Savannah Ecological Zone del Ghana.
SADA è un ente pubblico indipendente e autonomo, con il mandato di fornire un quadro per lo sviluppo globale e a lungo termine del Savannah Ecological Zone del Nord (NSEZ). Il SADAPromuove lo sviluppo agricolo e industriale per ridurre la povertà e colmare il divario tra la parte settentrionale del paese e il sud. Conti Il SADA rappresenta circa il 54,4% della superficie totale del Ghana ed è dotato di enormi potenzialità, non sfruttate in termini di energia solare.

Sorgente: Alternative Energy Africa

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 300 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Energia

Mozambico, la sudafricana Sasol inizia le trivellazioni nel nuovo giacimento

La Sudafricana Sasol ha ricevuto il via libera dal governo del Mozambico per sviluppare altri giacimenti di petrolio di gas nello stato africano, la società ha dichiarato Lunedi, senza rivelare quanto il

Africa Orientale

Uganda, Tanzania, finalizzato il nuovo oleodotto

Uganda ha dichiarato che i diritti di transito del suo petrolio greggio attraverso il nuovo oleodotto attraverso la Tanzania sarà limitato a $ 12,20 massimi al barile, anche se i due paesi  avevano

Energia

Orange e Engie, una nuova partnership per l’energia in Africa

Orange e Engie firmano un accordo per lo sviluppo dell’elettrificazione rurale e per ottimizzare la fornitura di energia per le infrastrutture di telecomunicazione in Africa Grazie a questo accordo, Orange e