Africa orientale: Crescono gli investitori stranieri

Africa orientale: Crescono gli investitori stranieri

Gli investimenti diretti esteri, IDE, in Africa orientale è cresciuto lo scorso anno, nonostante un calo complessivo in tutta l’Africa da $ 87 miliardi a $ il 66,5 miliardi di dollari.

Un nuovo rapporto Analyse Africa, un servizio dati del Financial Times mostra 705 progetti sono stati sostenuti da investitori stranieri in tutto il continente nel 2015 con l’infrastruttura di prendere circa il 44 per cento dei flussi in entrata. Le tre contee dell’Africa orientale sono stati decimo giunto nel continente per quanto riguarda l’attrazione degli investimenti.

Nel periodo, il Kenya ha visto uno dei più grandi aumenti con una crescita del 50%, da 57 a 85. I progetti avevano un valore di $ 2,4 miliardi, mentre il  44 per cento degli investitori hanno puntato sulle infrastrutture, tra cui il energia, costruzioni e telecomunicazioni.

Tendenze

“Questo dimostra chiaramente che gli investitori stranieri stanno pensando a lungo termine sulle prospettive dell’Africa”, ha detto Ms.Adriene Klasa che ha curato il report.

Secondo la Klasa, la diminuzione del valore degli FDI non significa che il continente è in caduta libera. “Mentre alcune delle economie più grandi sono in difficoltà,  trascinano verso il basso le statistiche della regione, mentre i player più piccoli sono stabili e in crescita ad un tasso  costante”, ha detto

La Tanzania, il Senegal e la Costa d’Avorio sono tra le economie stabili.

Secondo il rapporto gli investimenti in Africa, carbone, petrolio e gas naturale sono stati il settore di maggior interesse  per gli investimenti nel 2015, con investmenti pari a 15,7 miliardi di dollari (24 per cento).

Gli IDE in Africa hanno rappresentato solo l’8 per cento degli investimenti diretti esteri a livello globale nel 2015, mentre  i progetti sono stati pari al 4 per cento.

Secondo il rapporto, le tendenze di investimento regionali dimostrano che l’Egitto rimane il leader degli IDE in Africa nel 2015, con 14,5 $ miliardi di dollari di investimenti annunciati.

Il Sud Africa domina per numero di progetti, con 118 progetti.

Destinazioni preferite

I primi 10 paesi di destinazione per gli IDE in Africa rappresentano il 77 ed e il 75 per cento in tutta la regione per numero di progetti e investimenti di capitale.

Tuttavia, l’Etiopia e il Mozambico sono gli unici due paesi in nelle 10 destinazioni di IDE che hanno registrato un calo del numero dei progetti nel 2015.

L’Europa Occidentale è stata la principale fonte di investimenti diretti esteri in Africa per investimenti di capitale con progetti valutati 30,1 miliardi di dollari.

Gli investimenti nella regione sono diminuiti del 38 per cento rispetto al dato 2014, ma l’Europa ha realizzato un 45 per cento della quota di mercato.

Il suo rivale, gli Stati Uniti è stato il primo paese per origine di  investimenti IDE in Africa, nonostante un calo del 4 per cento nel numero di progetti.

Tuttavia, il valore dei suoi progetti è sceso del 12 per cento a $ 6.8 miliardi di dollari.

Il Regno Unito è stato il secondo investitore più prolifico, con un aumento di quasi il 50% del numero di progetti FDI rispetto  al 2014, raggiungendo quota 76, mentre gli in termini di capitale sono cresciti del 93 per cento.

L’Italia è stata il primo investitore per investimenti di capitale per 7.4 Miliardi di dollari.

Secondo il rapporto, dei primi 10 paesi di origine per gli IDE in Africa, tutti tranne due hanno conseguito un aumento del numero di progetti nel continente.

Mentre i numeri di progetti portati avanti dai paesi asiatici sono cresciuti dell’11%

Gli investitori chiave sono stati l’India e la Cina, con l’India che rappresenta il 5%  di tutti i progetti di investimenti diretti esteri verso il continente, mentre la Cina e’ al nono posto per calore e al settimo per numero di progetti.

La Cina, la più grande economia in termini di PIL del mondo ha creato 14.127 posti di lavoro in tutta l’Africa nel 2015.

Le attività commerciali che hanno attirato la maggior parte degli IDE nel continente sono servizi, vendita, marketing e produzione.

Gli investimenti di capitale sono diminuiti del 24 per cento a $ 66.5 miliardi di dollari, mentre il numero dei progetti di investimenti diretti esteri è aumentato del 6 per cento raggiungendo quota 705.
In totale, 495 aziende hanno investito nella regione, con un aumento del 6 per cento rispetto al 2014, l’attività estrattiva risulta essere la prima attività, con il 23 per cento degli investimenti diretti esteri.

Il Sud Africa continua a dominare gli IDE per numero di progetti, la registrazione di 118 progetti

Sorgente: East Africa attracts more investors as rest of continent suffer – Business

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 300 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Tanzania

Tanzania, African Development Bank: approvato nuovo prestito per 1.1 miliardi di dollari

La Banca africana di sviluppo (AfDB) ha approvato un pacchetto di prestiti del valore di $ 1,1 miliardi in Tanzania da erogare nell’arco di cinque anni per finanziare progetti infrastrutturali

Hi Tech & Internet

Facebook, Nigeria primo mercato, segue Sud Africa e Kenya.

Facebook continua a crescere rapidamente in Africa, come rete sociale globale, con oltre 120 milioni di utenti attivi mensilmente, di cui 15 milioni di utenti attivi in ​​Nigeria al 30

Sud Africa

La ferrovia Trans-Africana potrebba trasformare il commercio regionale

Il vecchio sogno anglosassone di costruire una ferrovia transcontinentale che collega l’oceano l’Atlantico e Indiano sta diventando una realtà grazie al finanziamento cinese. Tagliando il ventre di Angola, passando per la