Il Rwanda vuole porre fine alla dipendenza dagli aiuti internazionali

Il Rwanda vuole porre fine alla dipendenza dagli aiuti internazionali

Il presidente del Rwanda, Paul Kagame ha proposto di fissare un termine entro il quale il paese cesserà di are affidamento sui finanziamenti dei donatori internazionali.

Attualmente, il Ruanda finanzia fino il 66 per cento del suo bilancio, mentre i donatori finanziato  il restante 34 per cento.

Il presidente all’apertura della due giorni di dialogo nazionale, ha detto che il paese deve cessare di fare affidamento sul concetto che altri debbano pagare per noi. Il presidente si e’ ricolto ad oltre 2.000 partecipanti, tra cui i membri della comunità diplomatica.

“E ‘meglio affrontare le cose nel modo più duro e andare dritto al cuore di ogni problema”, ha detto, aggiungendo che non è nobile a dipendere dagli altri per finanziare il vostro status.

“Di conseguenza, tra le decisioni di questo dialogo nazionale, dovremmo decidere di fissare un termine, che dovrebbe essere il piu breve possibile, dopo di che il Ruanda non si aspetterà che altri risolvano i nostri problemi.

Tra la fine del 2012 a la metà del 2013, la crescita economica del Ruanda subì delle interruzioni dopo che donatori decisero tagliare gli aiuti in quanto Kigali fu accusata di sostenere i ribelli nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo. Il finanziamento fu poi successivamente ripreso.

Il presidente, che è attualmente guida una serie di riforme per fare si che  l’Unione africana (UA) diventi autosufficiente, è contrario agli aiuti allo sviluppo, anche se la ricostruzione del Ruanda dopo il genocidio del 1994 è stato fortemente finanziato dai donatori internazionali.

Il presidente Kagame propone un modello in cui i beneficiari degli aiuti devono contribuire al processo di sviluppo. “Siamo ad un punto del nostro sviluppo in cui siamo in grado di ottenere questo risultato se davvero mettiamo le nostre menti al lavoro” ha detto il presidente Kagame.

Giunta alla sua 14 ° edizione, la Umushyikirano è stata elogiata come uno dei iniziative di successo del Ruanda che porta i leader ed i cittadini insieme per affrontare le sfide del paese in modo aperto e trasparente.

Sorgente: Rwanda moots deadline to end aid dependency – News

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 300 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Stimolare l’industrializzazione dell’Africa

Il Kenya è tra i pochi paesi del continente Africano che hanno cominciato a industrializzarsi. Anche lì, però, come in gran parte dell’Africa, la corruzione, l’amministrazione inefficiente, e una applicazione molto

Uganda

Uganda e Ruanda – Intervista all’Ambasciatore d’Italia Domenico Fornara.

Uganda e Ruanda, due paesi molto interessanti per il nostro paese, ne parliamo oggi su Africa24.it con sua Eccellenza Domenico Fornara, Ambasciatore d’Italia in Uganda, Ruanda e Burundi in questa

Nigeria

SmartCity, lo stato di Lagos firma uno storico accordo con Dubai

Lagos ha firmato uno storico accordo con Dubai per diventare la prima Smart City dell’Africa. Il Memorandum of Understanding (MoU) è stato firmato presso la Emirates Tower di Dubai dal