Zambia: Firmato accordo sul nucleare

Zambia: Firmato accordo sul nucleare

Il governo dello Zambia ha firmato degli accordi con lo stato dell’agenzia nucleare russa Rosatom per gettare le basi per la costruzione di centrali nucleari in Zambia, che si spera porterà alla eliminazione del deficit energetico.

La Rosatom State Atomic Energy Corporation, è una società di stato in Russia, fondata nel 2007 ed è l’organismo di regolamentazione del complesso nucleare russo.

La firma dei tre memorandum d’intesa e dell’accordo di progetto di sviluppo con la Russia significa l’inizio del processo per sviluppare la capacità di attuare il nucleare in Zambia.

La cooperazione prevede, le altre cose, lo sviluppo di una strategia per la centrale nucleare, che dovrà essere realizzata in un lasso di tempo fra i 10 e i 15  anni, produrrà almeno due Gigawatt di elettricità, isotopi per la diagnosi, il trattamento del cancro e l’irradiazione degli alimenti.

L’accordo spiana la strada alla Federazione Russa per assistere lo Zambia con lo sviluppo di politiche, programmi, istituzioni e per sviluppare l’energia nucleare a scopo pacifico su un orizzonte fra i 10 e i 15 anni.

Il Vice Direttore di Rosatom, Nikolay Spassky ha rivelato che nei protocolli d’intesa firmato, la Federazione Russa assisterà lo Zambia per costruire un centro per la scienza nucleare e la tecnologia composto da impianti nucleari.

Mr. Spassky ha anche invitato gli zambiani a rimuovere i falsi miti sull’energia nucleare dicendo che progetti di tale magnitudine necessitano del sostegno di tutti i cittadini, e la fiducia del pubblico.

Il Segretario permanente Godfrey Malama del Ministero dell’Informazione e Servizi Broadcasting, che ha firmato uno degli accordi, ha detto che il governo si aspetta che gli la  comunicazione avvenga in modo efficace i messaggi che avranno un impatto positivo sui cittadini per lo sviluppo positivo del programma nucleare.

Il primo protocollo d’intesa firmato tra il Ministero dell’Istruzione Superiore e Rosatom sulla cooperazione nel campo della formazione e sviluppo delle competenze nei campi della energia nucleare, consentirà alla Federazione Russa di aiutare lo Zambia per lo sviluppo di un piano delle risorse umane per paese integrato per formare il personale per la centrale nucleare.

Nel frattempo, il Segretario di Gabinetto Rowland Msiska ha detto che lo sviluppo trasforma in realtà il pronunciamento del Presidente Edgar Lungu durante l’apertura del Parlamento che la sua amministrazione perseguirà la tecnologia nucleare come parte di un mix energetico sostenibile e diversificato per alimentare l’economia dello Zambia.

Msiska ha detto ai giornalisti subito dopo la cerimonia della firma che una volta che il programma verrà attuato, i deficit energetici saranno una cosa del passato.

 

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 300 posts

<p>Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell’africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.</p>

View all posts by this author →

You might also like

Energia

Engine Enel, entrano nel solare off grid in Africa

Engie SA sta cercando di diventare un player nel settore dell’energia solare off-grid, essendo delle prime grandi utilities ad entrare direttamente in questa nicchia di mercato. “Potrebbe essere una parte considerevole del mercato,” Bruno

Sud Africa

Cemento: il nuovo petrolio dell’Africa.

L’uomo più ricco dell’Africa, Aliko Dangote, sta cercando di diventare il leader del mercato del cemento, la materia prima che si trova al centro del boom delle infrastrutture nell’intero continente Africano.

Kenya

Kenia, una startup lancia “Uber per le ambulanze”

A Nairobi, la maggior parte delle cose possono essere ordinati dal telefono, Uber, un taxi da uno dei numerosi taxi attraverso le app, un conducente boda boda per fare una commissione

  • Mario Damiani

    È un progetto serio! Oltre a portare all’eliminazione del deficit energetico, potrebbe anche dare stimolo all’economia zambiana.