Gli investitori si rivolgono all’Africa senza preoccuparsi della diffusione del virus

Gli investitori si rivolgono all’Africa senza preoccuparsi della diffusione del virus

Mentre si chiede se i governi della regione saranno in grado di affrontare in modo efficace e sostenibile le conseguenze economiche e sanitarie della pandemia, i mercati azionari, le valute e le obbligazioni sono in sofferenza almeno dall’inizio di maggio. Gli investitori guardano oltre i rischi come uno stimolo senza precedenti da parte dei governi e delle banche centrali di tutto il mondo che spinge il dollaro verso il basso e risveglia la ricerca di rendimenti.

“Siamo di nuovo nella battaglia tra le iniezioni di liquidità da parte delle banche centrali e il sostegno fiscale da parte dei governi contro il dubbio sulla portata di un’eventuale ripresa”, ha detto Hasnain Malik, il responsabile della ricerca sulla strategia azionaria di Tellimer con sede a Dubai. “Quando anche le storie più deboli diventano appetibili, è una misura di quanto sia cresciuta la propensione al rischio”.

Sette dei 12 mercati obbligazionari delle nazioni in via di sviluppo più performanti di questo trimestre si trovano in Africa. L’elenco comprende l’Angola, che è in testa al pacchetto con un ritorno dell’81% rispetto alla media del 9,8% dei concorrenti – anche se è in discussione la riorganizzazione di alcuni dei suoi prestiti.

Valute come il cedi del Ghana e il kwacha dello Zambia hanno recuperato dai minimi storici rispetto al dollaro, così come il rand del Sudafrica, il cui 10% di guadagno dall’inizio di maggio è battuto solo dal peso del Messico tra i colleghi dei mercati emergenti. Le azioni africane hanno cancellato quasi tutte le perdite di Covid-19

I mercati azionari si sono uniti al gruppo. L’indice di riferimento del Sudafrica ha guidato il gruppo con un balzo del 44% dal minimo del 19 marzo, mentre quello della Namibia è salito del 41% e quello della Nigeria del 14%. Il valore delle azioni africane di Standard Bank Group Ltd. ha registrato un rimbalzo del 38%. Questo nonostante l’evidenza che il peggio della pandemia deve ancora venire in Africa, dove alcune economie hanno allentato le restrizioni volte a prevenire la sua diffusione.

Mentre i Paesi africani stanno seguendo i loro omologhi dei paesi sviluppati nei tassi di infezione, regna l’incertezza sulla direzione della malattia in un continente che non ha le risorse finanziarie a disposizione delle nazioni più ricche per contrastare gli effetti economici e medici della pandemia.

Il continente ha confermato 163.599 casi del virus, secondo il CDC Africa, meno del 3% dei 6,6 milioni di casi a livello globale, e rappresenta l’1,2% dei 390.000 decessi. Il Sudafrica è il paese più colpito in Africa, con più di 40.000 casi e oltre 800 morti a partire da venerdì mattina.

“Ai mercati piace vedere che le serrate hanno funzionato in Asia orientale, in Europa e nel nord-est degli Stati Uniti”, ha detto Charles Robertson, il capo economista globale con sede a Londra di Renaissance Capital. “Sembrano anche disposti a ignorare i casi in aumento nei Paesi a basso reddito, dove il lockdown inefficace è stato abbandonato”.

L’esuberanza può essere prematura, considerando l’incertezza sulla natura, la diffusione e la potenziale prevenzione di Covid-19, afferma Jacques Nel, un economista di Paarl, NKC African Economics con sede in Sudafrica. La mancanza di chiarezza su come la pandemia influenzerà le singole economie dovrebbe far riflettere gli investitori.

“La pandemia potrebbe rimanere un grave problema sia dal punto di vista sociale che economico per un certo periodo di tempo, ma al momento è difficile determinarlo con le informazioni limitate”, ha detto Nel. “Sospetto che molti investitori stiano aspettando i segnali di come la crisi avrà un impatto su diverse aree geografiche, approfittando allo stesso tempo di rendimenti molto più interessanti rispetto a quelli forniti da attività meno rischiose”.

Come risultato di stimoli inadeguati, molte economie africane sono destinate a un crollo duraturo, non a una rapida ripresa, secondo Bloomberg Economics. Le sei maggiori economie africane vedranno quest’anno il prodotto interno lordo contrarsi in media del 4,5%. Questo suggerisce che i mercati potrebbero essere in difficoltà una volta che l’attuale rally avrà fatto il suo corso.

“Abbiamo una prospettiva da stabile a positiva sulla maggior parte delle valute africane in questo momento, ma siamo diffidenti di un’eccessiva esuberanza dei mercati”, ha detto Michael Nderitu, il chief risk officer di AZA con sede a Nairobi. “In alcuni mercati gli investitori sembrano essere quasi ciechi di fronte ai rischi e stanno comprando come se non ci fosse una pandemia”.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 369 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Orientale

Africa sub-sahariana: continua il 68% dei progetti alberghieri, nonostante le incertezze legate alla pandemia

Nonostante le incertezze legate alla crisi sanitaria, il 68% dei progetti alberghieri prosegue come previsto nell’Africa subsahariana, secondo un’indagine della società di consulenza HTI Consulting. In questo difficile contesto, 21

Economia

Gli studenti di MBA africani imparano anche l’anti corruzione

In Africa, i costi MBA insegnano anche l’anti corruzione. Sorgente: African business schools are adding anti-corruption education to their programs – Quartz

Economia

Il Rwanda preferisce il tracciato Tanzano per la nuova ferrovia

Il Ruanda si sta concentrando sullo sviluppo del tracciato ferroviario attraverso la Tanzania per dare al paese uno sbocco sull’oceano Indiano. La preferenza de tracciato Tanzano invece che quello keniota