Africa orientale- Africa orientale, un peggioramento nella valutazione degli investitori

Africa orientale- Africa orientale, un peggioramento nella valutazione degli investitori

Tutti i paesi dell’Africa orientale hanno registrato nell’ultimo anno un clima meno attraente per gli investimenti e un aumento dei rischi.

L’indice Africa Risk and Reward Index 2020, pubblicato dalla società di consulenza Control Risks il 15 settembre, afferma che Etiopia, Kenya, Ruanda, Sudan, Tanzania e Uganda hanno visto i loro punteggi ridursi a causa dei rischi economici e politici, esacerbati dall’epidemia di Covid-19 all’inizio dell’anno.

L’Indice cattura l’evoluzione dell’ambiente di investimento e del panorama di rischio nei principali mercati africani e fornisce un’istantanea delle opportunità e dei rischi per gli investitori.

Vincent Rouget, il principale analista di Control Risks, ha dichiarato che la maggior parte dei Paesi africani è in declino a causa di Covid-19, e i punteggi sono scesi in modo generalizzato: Per la prima volta dal 1994, si prevede che il continente entri in recessione.

“Quest’anno il Pil africano si ridurrà probabilmente tra il sei e il dieci per cento, ma non è in linea con le altre parti del mondo. L’impatto distintivo di Covid-19 sull’Africa deriva dalla limitata capacità del continente di sostenere una risposta a lungo termine”, ha dichiarato il sig. Rouget.

L’indice di quest’anno ha esaminato 26 paesi africani per quanto riguarda la stabilità politica, i tassi di credito e il contesto degli investimenti, ed è stato co-autore della società di ricerca NKC African Economics con sede in Sudafrica.

Patricia Rodriguez, analista di Control Risks presso l’ufficio di Nairobi, ha dichiarato che prima dell’avvento di Covid-19, c’era ottimismo sui punteggi di valutazione per l’Africa orientale, in quanto i paesi della regione hanno continuato a registrare i più alti livelli di crescita economica nell’Africa subsahariana.

“Questioni come le crescenti tensioni politiche in vista delle elezioni in Etiopia, le difficoltà nell’affrontare la corruzione in Kenya e un ambiente normativo difficile per gli investitori stranieri in Tanzania sono stati tra i principali fattori che hanno contribuito ai punteggi di rischio di questi Paesi”, ha dichiarato la signora Rodriguez.

Tuttavia, l’Indice rileva che il Covid-19 ha stimolato la digitalizzazione delle economie africane che hanno visto un investimento totale di 2 miliardi di dollari in Kenya, Nigeria, Sudafrica, Egitto, Ghana e Mauritius.

Bukola Bolarinwa, l’analista dell’Africa di Control Risks, ha affermato che il denaro mobile ha favorito i trasferimenti durante il lockdown.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 419 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Ethiopia

Etiopia – HPP Gibe III a Settembre

Il prossimo settembre si procedera con  il commissionamento e messa in funzione della terza centrale idroelettrica di Gibe, in Etiopia, nota come Gibe III. Gibe III è il terzo impianto della cascata

Uganda

Gli ugandesi non hanno ancora abbracciato il “Made in Uganda

Più di 10 anni fa, l’Uganda ha iniziato la stesura della legislazione e della documentazione relativa alle politiche per avviare la crescita dell’industria tessile locale. Ciò faceva parte di un’iniziativa

Politica

La Cina apre la prima base navale a Gibuti

La Marina Militare Cinese è alla ricerca di un punto di supporto logistico stabile in Africa, come l’esercito ha confermato che vi sono trattative in corso per aprire un centro di logistica a